skip to Main Content

OLIO EVO: PREMI E RICONOSCIMENTI ITALIANI

L’Italia è il Paese che detiene nel mondo il maggiore numero di cultivar di olio, oltre 700 (fonte Hello Taste). Quello degli uliveti italiani è un patrimonio unico, tanto che l’olio che ne deriva è stato soprannominato l’‘oro verde’.

Tanti e prestigiosi sono i premi e le guide in Italia che danno lustro agli oli dei frantoi d’Italia e di tutto il mondo. In ordine di tempo i primi premi sono stati istituiti alla metà degli anni Ottanta del secolo scorso.

Al 1987 risale infatti il premio “Leone d’Oro” dei mastri oleari, nato da un’intuizione di Piero Antolini, figura di spicco del settore. Un premio dedicato all’olio extra vergine d’oliva italiano e agli oli dei frantoi di tutto il mondo come opportunità di farsi conoscere sul mercato italiano.

L’altro è l’”Orciolo d’Oro”, primo concorso professionale dedicato all’EVO, nato in Italia e il più antico del mondo (fonte lodo-guide). Prende forma anch’esso nella seconda metà degli anni ’80 da un’idea di Marta Cartoceti, promotrice della cultura dell’olio extra vergine d’oliva, come anche quella del vino, attraverso la formula vincente dei concorsi di qualità.

Back To Top